Mindfulness?

La mindfulness è una pratica meditativa, mutuata dall’Oriente, efficacemente importata in Occidente. Deriva infatti dal pensiero buddista, rispetto al quale però non ha mantenuto il carattere religioso. Non è infatti necessario essere monaci, esperti di meditazione o avere un particolare credo religioso per praticarla.
Il suo significato assomiglia a qualcosa come “attenzione consapevole”, ed è effettivamente ciò in cui la pratica consiste.
La meditazione viene praticata da centinaia e centinaia di anni, ma solo negli ultimi decenni è stata studiata con metodologie e strumenti rigorosamente scientifici.
Una delle definizioni più complete di mindfulness può essere quella di Jon Kabat-Zinn (1994), secondo il quale significa “porre attenzione in un modo particolare; intenzionalmente, nel momento presente e in modo non giudicante”. Complesso? Più a dirsi che a farsi.
La forza della mindfulness consiste proprio nel derivare da una consolidata tradizione millenaria ma al contempo poter essere appresa e applicata in poco tempo.
Da quando se ne conoscono approfonditamente i meccanismi, si è compreso l’enorme potenziale applicativo delle pratiche meditative per diverse problematiche (ansia, stress, gestione della rabbia, cefalea, dolore cronico e molto altro). Non solo, la meditazione è utilissima anche a chi non soffra di particolari disturbi, ma voglia semplicemente realizzare le proprie potenzialità (concentrazione, creatività, performance sportiva, rilassamento, recupero delle energie ecc…). Inoltre, l’enorme forza della meditazione è quella di insegnarci ad affrontare con maggior accettazione le sfide della vita, i momenti di difficoltà e i piccoli turbamenti quotidiani. Più viene praticata, maggiore diviene il potenziale di accettazione.
La meditazione, così come le tecniche di rilassamento, si adatta ad ogni tipologia di persone: sportivi, manager, casalinghe, anziani, adolescenti…
Una panacea, dunque? Forse no, ma comunque un grande passo verso il benessere… che richiede 10 minuti al giorno.


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>